Usiamo gli integratori per… ! Effetto verificato?

Scorrendo vari siti di produttori di integratori alimentari ci si potrebbe chiedere, ma chi certifica l’effetto degli stessi integratori per migliorare lo stato di salute?

un modo meno semplice ma ragionato non è trovare necessariamente un ente che controlla ciò ma trovare

  1. un attenta descrittiva del prodotto
  2. un elenco degli ingredienti
  3. la quantità contenuta di ogni singolo ingrediente o componente
  4. la quantità consigliata per innescare l’effetto o gli effetti  descritti
  5. uno o meglio più studi clinici che ne accertino l’efficacia. 

Riguardo al punto 1 c’è da definire che si intende per “attenta”, un concetto molto generico e difficilmente definibile dalla legge, sicuramente non deve contenere informazioni NON vere sull’effetto dello stesso o allusioni a effetti NON veri (leggi articolo “Dimagrire con dimagranti? una attraente bufala”).

Riguardo al punto 2 e 3, gli ingredienti sono spesso riportati dai produttori, ma non tutti riportano in che percentuale sono presenti nel costituire il prodotto. Si, gli ingredienti sono posti in elenco in un ordine che definisce da quello presente in maggiore quantità a quello presente in minore quantità, scorrendo dalla prima all’ultima voce nell’elenco ingredienti. Se trovate il nome dell’ingrediente non seguito da “(xx %)” o “(xx gr)” sarà più difficile capire la composizione e confrontare i prodotti. Quindi il potenziale acquirente, per confrontare vari produttori, non può sfruttare l’elenco ingredienti per una scelta “limpida”.

Riguardo al punto 4, la quantità consigliata per innescare un effetto “salutare” descritto è tanto più riportata quanto verificata scientificamente. Ma tutti riportano i riferimenti dove è possibile trovare tali informazioni (gli studi scientifici)? La risposta è no. Inoltre, dovrete aguzzare la vista e le conoscenze per evitare di essere presi in giro, gli effetti “salutari” possono coprire magagne qualitative o eccessivo contenuto di altri ingrediente non utili per la salute ma sicuramente d’aiuto per rendere palatabile (dal gusto buono) il prodotto (leggi articolo “Le etichette degli alimenti: slogan fuorvianti?”).

Riguardo al punto 5, cascano tutti, o come si direbbe “casca l’asino”. Per poter diffondere ai quattro venti che il prodotto “x” e d’aiuto per innescare un qualsiasi “miglioramento della salute” il prodotto deve esser stato sottoposto a verifiche regolamentate per legge ed esser sottoposto a quelli che si chiamano “studi clinici” in cui si verifica la reale efficacia del prodotto per l’effetto di cui ci si vanta. Qui si apre una voragine di conoscenze…. ma in sintesi quasi nessuno riporta queste pubblicazioni; non sono quelle di novella2000 (titolo a caso) ma quelle rintracciabili su riviste scientifiche autorevoli. Queste riviste non si trovano in edicola ma sono recuperabili su biblioteche scientifiche online, come ad esempio Pubmed.

Buone scelte per una concreta salute, vostra e dei vostri cari.

Dieta Movimento Ambulatori e Studi” a Teramo, Ortona, Pescara, Montesilvano, on-line.

dottor Francesco Di Donato

Laurea in Dietistica

Laurea in Scienze Motorie


Prenota una visita, chiama il numero di telefono 3662726346

Dimagrire con l’uso dei dimagranti. Una attraente bufala?

Nell’attuale periodo dell’anno le bufale sugli integratori per perdere peso crescono a dismisura. Non si sottraggono neppure le più grandi società del settore e spesso la cronicità con cui tali abitudini si ripresentano evidenziano che gli interessi superano di gran lunga le sanzioni disciplinari conseguenti.
Ci sarebbero capitoli da scrivere a riguardo, ma al momento percorriamo una strada per volta.

L’uso dell’integratore alimentare è spesso visto come “la soluzione” al problema alimentare o dell’eccesso di peso. Potremmo sintetizzare tutto nel “facile è attraente”, un modo facile e veloce per risolvere il problema. A chi non piacerebbe la bacchetta magica! Ma penso che la vita nel bene o nel male ci abbia insegnato a fare attenzione a queste facili e rapide soluzioni.

L’ Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria ha evidenziato come pubblicità ingannevole un integratore per il colesterolo, spacciato come utile per ridurre il colesterolo e perdere peso. Sfortunatamente non è di aiuto per nessuno degli scopi pubblicizzati. I contenuti del sito di riferimento li trovate in allegato o disponibili al link IAP Kcal colesterolo .
Un altro e ultimo esempio, altro prodotto colpito da ingiunzione per pubblicità ingannevole. Questa azienda ha pagato Raffaella Fico (personaggio apparso in televisione) per rappresentare gli effetti dell’integratore, ma il problema era relativo a quanto comunicato nella pubblicità del prodotto. I contenuti del sito di riferimento li trovate disponibili al link IAP vivislim.

Spero di averVi dato qualche spunto in più per farVi cogliere che è bene tenersi i soldi in tasca quando qualcuno vi propone prodotti o modalità “veloci” per perdere peso e tornare in forma.

Ma giusto per completezza, quanto siete decisi e volete occuparvi di voi per la perdita o gestione del peso, tra le tante domande, alcune da non tralasciare:

Quando avrò finito il percorso consigliato, come riuscirò a tenere la condizione raggiunta?

Il percorso mi ha fornito chiari spunti per la gestione in autonomia?

Mi continuano a proporre l’uso costante di integratori per gestire l’obiettivo raggiunto?

Mi hanno fornito riferimenti per capire e “vedere” il mio problema?

Tanto più non sarete autonomi nel gestire il problema tanto meglio sarà per queste aziende. Attenti a buttare soldi al vento!

Buone scelte per una concreta salute, vostra e dei vostri cari.


Dieta Movimento Ambulatori e Studi” a Teramo  Ortona Pescara  Montesilvano, on-line.

dottor Francesco Di Donato

Laurea in Dietistica

Laurea in Scienze Motorie


Chiama il numero di telefono 3662726346

Prodotti alimentari ed etichette: slogan fuorvianti?

Ogni giorno acquistiamo prodotti alimenti ma le etichette nutrizionali non sono proprio facili da leggere e non sono ciò che principalmente ci attira. Le etichette dei prodotti alimentari devono riportare delle informazioni definite per legge ma non tutto è ben definito per legge, non è una novità. Si evidenzia sempre più come la maggior parte dei produttori, sulla confezione dell’alimento, spingano a “sponsorizzare” l’aspetto più salutare dell’alimento stesso, sottraendo l’attenzione del potenziale acquirente dagli aspetti meno salutari che caratterizzano l’alimento. Questo è un problema, soprattutto per i meno informati e capaci di “leggere” questi giochi di marketing e di leggere le etichette nutrizionali o l’elenco degli ingredienti. Spesso leggiamo sulla confezione di prodotti da prima colazione o snack: “ricco di fibra”, “fonte di vitamine B”, “con 50% in meno di grassi”, “senza olio di palma”. Ok, maaaaa cosa c’è nell’alimento? cosa stiamo per mangiare?

Ci troveremo nei prossimi articoli per capire meglio quali informazioni sono presenti sui prodotti alimenti, ma soprattutto quali informazioni prendere in considerazione e quali tralasciare, in quanto fuorvianti.

Buone scelte per una concreta salute, vostra e dei vostri cari.


Dieta Movimento Ambulatori e Studi” a Teramo, Ortona, Pescara,  Montesilvano, on-line.

dott. Francesco Di Donato

Laurea in Dietistica

Laurea in Scienze Motorie

Chiama il numero di telefono 3662726346

A tavola in Abruzzo: NO a frutta e verdura

Nonostante nel nostro territorio, stupendo e fecondo, coltivare la terra sia un arte diffusa, pare che l’uso di frutta e verdura sia ancora all’angolo. Siamo i “compaesani” che proprio non ne vogliono sapere. Se la media italiana indica che solo 1 persona ogni 10 assume adeguate quantità di frutta e verdura, in Abruzzo siamo al quartultimo posto della classifica, si, classifica sul consumo quotidiano di 5 porzioni di frutta e verdura. E quindi? Quindi ancora peggio della media nazionale. Ok, cerchiamo di capire meglio.
Perche’ tutta quest’importanza a frutta e verdura?
Le famose 5 porzioni indicano la quantità di frutta e verdura che l’ Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO o OMS) consigliata di consumare ogni giorno.
Consigliata per cosa?
Consigliata per la prevenzione dalle malattie croniche non trasmissibili (malattie cardiache, cancro, diabete, obesità, ipertesione arteriosa, colesterolo elevato). La frequenza d’uso di 5 porzioni giornaliere vi aiuta ad evitare queste complicazioni per la salute.

Ma dobbiamo proprio farla così nera?
Dipende da come vedi la tua salute.

Hai i giusti riferimenti o forse hai le idee confuse?
Vuoi chiarirti le idee sulle tue abitudini alimentari e quelle che avete in famiglia?
Vuoi capire in anticipo quale strada stai percorrendo?
Sai che modificando le tue abitudini alimentari potrai ridurre ed anche togliere l’uso di farmaci?


fonte: “La sorveglianza Passi: Consumo di frutta e verdura: 2012-2015”. SORVEGLIANZA PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia), avviata nel 2006 con l’obiettivo di effettuare un monitoraggio a 360 gradi sullo stato di salute della popolazione adulta italiana.

Per un appuntamento puoi contattarmi al 366.27.26.346.

dottor Francesco Di Donato
Laurea in Dietistica,
Laurea in Scienze Motorie.

Ambulatori e Studi DietaMovimento con sede a Pescara Montesilvano Penne Teramo Ortona ed on-line.

www.DietaMovimento.it oppure  www.CamminataNordica.it

Dieta, subito, 30 minuti.

Parlare di “dieta” nel gergo comune è spesso tradotto con il “non mangiare” più le cose buone o mangiare talmente poco da “non avere più forza”. I luoghi comuni relativi al sentirsi bene ed essere in salute con l’alimentazione ed il movimento sono costanti ed all’ordine del giorno, aime’ muovono le scelte di molti, modulano i nostri luoghi di lavoro e portando a “rovinare” la nostra salute, a creare una barriera ad uno stile di vita utile per la salute. Si attuano le diete alla moda, le diete stagionali, le diete del famoso attore, le diete dell’integratore. Pochi scelgono di occuparsi realmente di se, spesso si è ammaliati dal subito e facile.

Ci rivolgiamo a chi ha già occhi per capire che il subito e veloce non vuol dire rimanere in salute ma anche a chi, ancora con le idee confuse, inizia a cogliere incongruenze tra abitudini e segnali del corpo. Negli Ambulatori e Studi DietaMovimento forniamo servizi di nutrizione ed educazione alimentare, di piani alimentari per chi soffre di patologie (obesità, gastrite, reflusso gastro esofageo, allergie, ipertensione, diabete, colesterolo alto…) o condizioni fisiologiche di menopausa, gravidanza, allattamento. Troverete anche servizi per le intolleranze alimentari (metodo Breath test) e per monitorare lo stato di idratazione (liquidi corporei), il grasso corporeo, il muscolo corporeo (metodo impedenziometrico). Non mancano servizi per lo “stile di vita attivo”: dall’uso di strumenti che permettono di verificare e riconoscere se le tue abitudini al movimento ed al sonno sostengono o complicano la tua salute (monitoraggio con Holter metabolico) a servizi in cui si pratica esercizio fisico adattato alle capacità della persona. Presente anche il servizio di educazione e ginnastica posturale, in cui non si praticano solo esercizi ma si rivede e verifica la postura nei movimenti quotidiani, perché è inutile praticare esercizi per 30 minuti al giorno se nelle restanti 23 ore eseguo movimenti e assumo posture che mi sostengono i dolori.

Crediamo in un approccio scientifico e chiaro, che fornisca consapevolezza su quali sono le abitudini utili per la salute, ma solo con l’ausilio di personale specializzato e laureato. I servizi sono rivolti ad adulti, bambini e famiglie.

 

Per un appuntamento puoi contattarci al 366.27.26.346.

dott Francesco Di Donato
Laurea in Dietistica,
Laurea in Scienze Motorie.

Ambulatori e Studi DietaMovimento si trovano a Pescara Montesilvano Penne Teramo Ortona ed on-line.

www.DietaMovimento.it oppure  www.CamminataNordica.it

Alimentazione corretta o abitudini fantasiose?

Le idee che molte persone hanno sulla propria salute e come gestirla usando l’alimentazione e lo “sport” sono sempre più confuse e fantasiose. Non ne risentono solo le stesse persone ma sempre più spesso i propri famigliari e conoscenti. La diffusione di fake news o notizie false nell’ambito alimentare e motorio sono diffusissime; sul web e nei social si sostengono i problemi di salute di molti. E’ molto difficile districarsi tra le innumerevoli castronerie che si ascoltano da conoscenti o si trovano sul web, se non si hanno le giuste “conoscenze”. Sfortunatamente a sostegno di ciò gli ultimi studi ci dicono che la progressione dell’obesità è sempre maggiore, tanto che nel 2022 il numero mondiale di bambini e adolescenti obesi supererà il numero dei sottopeso (The Lancet 2017; prof. Majid Ezzadi). Inoltre una indagine portata avanti dal “Policlinico A. Gemelli” di Roma evidenzia come molte, anzi “troppe” persone, si auto-considerino malati di celiachia, sottoponendosi a restrizioni alimentari non giustificate. Queste restrizioni alimentari auto-imposte espongono a problemi di salute. In ultimo non sono pochi i casi di famigliari che arrivano ad alimentare i propri neonati con scelte “dannose” (regimi alimentari vegetariani o vegani non bilanciati). Il quadro che si delinea non è affatto rassicurante ed il problema è sostenuto anche da leggi e politiche sociali poco chiare o poco efficaci.
Concludiamo iniziando a consolidare qualche idee: quando volete o dovete occuparvi delle abitudini alimentari per rimanere in salute, i professionisti che per legge sono abilitati a gestire la alimentazione umana in condizioni di salute o di malattia sono: dietisti, dietologi e nutrizionisti. Come scegliere per la vostra salute? Quando leggete o sentite che qualcuno inizia a proporvi “utili” correzioni alimentari, allora chiedetevi e chiedete quale formazione professionale possiede. Avrete fatto il primo passo per occuparvi veramente di voi e dei vostri cari! Buone scelte!

il dottor Francesco Di Donato è Laureato in Dietistica (dietista) e Laureato in Scienze motorie (ex ISEF o docente di educazione fisica).

si trova negli Ambulatori e Studi DietaMovimento con sede a Pescara, Teramo, Montesilvano, Penne, Ortona ed on-line

Per un appuntamento o informazioni chiama il 366.27.26.346.
www.DietaMovimento.it   oppure  www.CamminataNordica.it